Menu Chiudi

Bella Fratè

Bella Fratè

«Mi ha chiesto di uscire.»
«Bella Fratè, non credevo sarebbe mai accaduto.»
«Neanche io, sono commosso.»
«No, aspè. Lei ti ha chiesto di uscire?»
«Incredibile vero?»
«Io, anzi il mondo intero, avrebbe scommesso che tu le avresti chiesto, e lei, beh, si, dai. Oh e invece no, graaaande! Oh ma ora voglio i dettagli!»
«Cosa vuoi che ti dica, era con le sue amiche, e mi ha gridato di uscire.»
«Davanti alle sue amiche? ‘zzo le hai fatto, un intruglio magico? Fino ieri ti snobbava e oggi te lo urla, deve averti rivalutato di brutto, che neanche alla Fiat per un catorcio come te. E poi, dai dai…»
«E le sue amiche le hanno fatto coro…»
«Addirittura? Noooo, un tripudio ormonale, oh se non le facevano la presa in giro stavolta ti ritrovi una vasca piena di gnagna!»
«Pensa che pure donne mai viste le hanno fatto il pappagallo “che dici? Vuoi uscire?»
«Effettivamente, nessuna donna urla a qualcuno per uscirci, ma i tempi cambiano, prima le letterine, poi gli sms, adesso siamo nel futuro. Fratè stai sdoganando un cliché epocale!»
«Io dietro a tale insistenza, ho solo sollevato le mani. Non me la sono sentita di risponderle.»
«Ma graaaaande, ora sarà l’uomo a tirarsela, sarete voi a venirci appresso! Dov’è successo? voglio ricordarlo per i miei nipoti, raccontargli come quella volta cambiò il mondo.»
«Eravamo… eravamo in bagno.»
«In bagno?»
«Ero entrato per chiederle di uscire.»
«Sei entrato…»
«Nel bagno delle donne, certo, sentivo che dovevi chiederglielo.»
«Mavaffanculo, e ci credo che t’hanno chiesto di uscire!»
«Quindi, ho capito male?»

Racconti e Dialoghi
Torna a Home,
Marlena