Menu Chiudi

Cosa accade nel frangente di un battito di ciglia?

Cosa accade nel frangente di un battito di ciglia?

Gocce. Scrosci d’acqua.
Pozzanghere sferzate dalle gocce che impattando creano delle bolle. Vivono un istante. E tu occhi fissi sulla pozzanghera, quasi senti che alcuni ricordi tornino a galla.
Il rosso del semaforo dona sfumature alle bolle mentre attendi il via, nascosto da un verde allegro. Che arriva inaspettato.
Pochi metri, fila. Sbuffi mentre sintonizzi meglio la radio.
Segui il movimento del tergicristallo, sempre lo stesso percorso. E non pulisce bene. La radio passa un violino allegro. La corsia opposta libera e un mezzo pesante decide di creare un muro d’acqua che si infrange sul parabrezza. Gesto inconscio di chiudere gli occhi.
La brezza marina carezza il tuo viso. La spuma ti ha fatto chiudere gli occhi. Due gabbiani seguono la scia della nave. E dalla coffa, lassù in cima all’albero maestro, grida allegre -Terra, terra- il ponte adesso si anima, tutti a scrutare l’orizzonte. un giovane mozzo indica un punto -eccola!- Hai raggiunto la meta… 
Beep, un suono anomalo.
Un colpetto di clacson.
Un nuovo colpetto di clacson spezza l’incantesimo.
Piove. C’è pure fila.
Calibro meglio la stazione radio.
Almeno quella.

Racconti e Dialoghi
Torna a Home, Marlena