Menu Chiudi

Micro: Obscuria

Obscuria

L’oscurità amplifica i miei sensi.
Temo persino di respirare.
Ho il battito accelerato.
Gelido sudore nella schiena.
Mi troverà. Sono la sua preda.
Mi stringo ancor di più dentro l’armadio.
Sento i suoi passi nella stanza.
Slam. Di scatto si apre l’anta.
― Ti ho trovato, finalmente!
― Uffi, non ho più voglia di giocare a nascondino.

Ne esiste una sua variante.
Gli specchi.

Racconti e Dialoghi
Torna a Home, Marlena