Menu Chiudi

Tag: Vlad

A pedali

«Abbracciami, sciocco.» «VLAAD.»Apparve dal nulla. «Ha tuonato il mio nome?»«Sagace! Ironizzò Lei/lui e aggiunse serafico. «Cos’è?»«Capisco che non ha bisogno di utilizzarl…»Lei/lui lo fermò. «Ti…

Vlad

« Non ho capito!» Le gambe scheletriche incrociate sulla massiccia scrivania di rovere; la punta del piede, inserita in un calzare di cuoio, si muoveva…